Tu sei qui:

© Bridgeman Images

Il genio misconosciuto

I suoi dipinti e le sue sculture hanno sempre come motivo principale l’uomo. Corpi e visi allungati con i loro occhi misteriosi e vuoti. L’opera dell’artista italiano Amedeo Modigliani (1884-1920) è carica di fascino e drammaticità allo stesso tempo. Dai suoi lavori trapela quel senso del tragico che ha connotato anche la sua vita segnata dagli eccessi del consumo di alcol e droghe.

Con un anno di ritardo a causa della pandemia, l’Albertina celebra il centenario della morte dell’artista con la spettacolare mostra autunnale "Modigliani. Rivoluzione del Primitivismo". E così i capolavori dell’artista, tra cui molti dei suoi famosi ritratti e dipinti di nudi, giungono a Vienna dai musei e dalle collezioni private più rinomate al mondo. È la prima volta che in Austria viene dedicata una retrospettiva a Modigliani.

Anteprima con il Direttore Generale Klaus Albrecht Schröder:

Artista misconosciuto in vita

L’artista livornese trasferitosi a Parigi, si trovò a lavorare nel quartiere degli artisti Montmartre fianco a fianco con Pablo Picasso o Henri Matisse, ma in vita sua non conobbe mai il successo con la sua arte. Il suo stile troppo atipico per l’epoca, spesso provocatorio, era poco richiesto allora. Modigliani morì di tubercolosi a Parigi a soli 35 anni. Solo dopo la sua morte le sue opere ottennero grande popolarità e oggi raggiungono quotazioni da capogiro, anche di centinaia di milioni di euro.

Influenze del Primitivismo

La mostra espone circa 80 opere di Modigliani. A queste si aggiungono altri 50 pezzi provenienti da tre continenti, tra cui lavori di Pablo Picasso, Constantin Brâncuşi e André Derain nonché manufatti di civiltà preistoriche, arcaiche o extraeuropee di varie parti del mondo, dette “primitive”. Un contributo interessante e originale che arricchisce ulteriormente la rassegna. Nel suo lavoro Modigliani spesso riprendeva elementi dell’arte africana, egizia, orientale e greco-arcaica. La mostra lo presenta per la prima volta come un esponente di rilievo dell’Avanguardia, che portò nel XX secolo la rivoluzione del primitivismo.

Modigliani. Rivoluzione del Primitivismo

17/9/2021-9/1/2022

Albertina

Albertinaplatz 1
1010 Vienna
  • Orari di apertura

    • Lun, 10:00 - 18:00
    • Mar, 10:00 - 18:00
    • Mer, 10:00 - 18:00
    • Gio, 10:00 - 18:00
    • Ven, 10:00 - 18:00
    • Sab, 10:00 - 18:00
    • Dom, 10:00 - 18:00
    • festivi, 10:00 - 18:00
  • Accessibilità

    • Ingresso principale
      • senza gradini (Doppelschwingtüre 190 cm largo)
    • Con ascensore
      • Porta 150 cm largo
    • Ulteriori informazioni
      • Ammessi i cani guida per non vedenti
      • WC per disabili accessibili senza barriere architettoniche.
    • Offerte speciali per persone disabili

      Wheelchair rental (prior arrangement necessary: Tel. +43 1 534 83–540). Guided tours in sign language available (prior arrangement necessary: Tel. +43 1 534 83–540). 
 Guided tours for blind people available as well as for people with slight to moderate dementia and their escorts (prior arrangement necessary: Tel. +43 1 534 83–540).
 Please inform Art Mediation department about wheelchair uses in advance. Reduced admission for persons with special needs

    • Note

      Access to all exhibition rooms, to the restaurant / café and to the Shop: no steps. All rooms are wheelchair-accessible.

      Wheelchair-accessible restrooms on levels 1 and -1, restroom on level 1: door width: 90cm, room dimensions: 180 x 110 cm.

Valuta l’articolo
Valuta l’articolo

Feedback alla redazione di vienna.info

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

Appellativo *

Consiglia l’articolo a un amico

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

I dati e gli indirizzi e-mail indicati non saranno memorizzati o riutilizzati.

Da
A *

Oggetto: Suggerimento da parte di www.vienna.info