Tu sei qui:

Arrivo e partenza

Tutte le regole di ingresso imposte a causa della pandemia sono state revocate: all'ingresso in Austria, non è più richiesta la certificazione 3G. Ciò significa che l'ingresso è nuovamente possibile da tutti i Paesi del mondo senza alcuna restrizione.

Dal 1 agosto 2022: limitazioni alla circolazione invece della quarantena.

Cosa occorre sapere

Vienna International Airport

  • Per informazioni sui voli attualmente previsti per l’aeroporto di Vienna consultare il Sito dell’aeroporto. L’obbligo di indossare mascherine FFP2 in aeroporto è abolito dal 01/06/2022.
  • Il City Airport Train CAT dall’aeroporto alla stazione Wien Mitte riprenderà il servizio il 29/3/2022. I treni della ÖBB e gli autobus garantiscono comodi trasferimenti da e per l’aeroporto. ÖBB garantisce la pulizia e disinfezione più volte al giorno degli spazi e degli arredi dei treni. L’uso della mascherina FFP2 è obbligatorio su tutti i treni circolanti all’interno di Vienna.

 Possibilità alternative per i trasferimenti da/verso l’aeroporto e da/verso ViennaIn tutti i treni ÖBB Nightjet in direzione Vienna sono a vostra disposizione tamponi faringei gratuiti. I kit per eseguire il test si ricevono dal personale di bordo e vengono consegnati all’arrivo a Vienna presso una delle 620 filiali REWE. Consegnando entro le ore 9 si ha il risultato entro 24 ore. Maggiori informazioni

Viaggiare in Austria

Naturalmente, è anche possibile viaggiare all'interno dell'Austria. A Vienna è obbligatorio indossare una mascherina FFP2 in tutti i mezzi pubblici e nelle aree di fermata al chiuso, nelle stazioni e sulle banchine (al di fuori di Vienna questo è attualmente consigliato ma non obbligatorio).

Consigli per chi viaggia in auto, treno, autobus e aereo in e per l'Austria

Suggerimenti per la vostra vacanza estiva in Austria

Partenza

Si informi sulle pagine ufficiali della sua destinazione d'origine sui regolamenti d'ingresso in quel paese o sul tipo di test che deve portare per il suo viaggio di ritorno.

Possibilità di test a Vienna per il tuo viaggio di ritorno a casa

Limitazioni alla circolazione per persone con test positivo

A partire dal 1° agosto 2022 le persone con test positivo non devono più osservare una quarantena e, nella misura in cui non presentano sintomi di malattia, possono continuare a prendere parte alla vita pubblica. Per queste persone, secondo le disposizioni del governo, valgonolimitazioni alla circolazione ed l’obbligo generale di indossare una mascherina FFP2. Per settori particolarmente sensibili esistono divieti di accesso.

  • Per persone con un test antigenico o PCR positivo vale una limitazione alla circolazione di 10 giorni. Dopo 5 giorni è possibile terminare la quarantena tramite un risultato di test negativo o un valore CT superiore a 30.
  • Requisito per la partecipazione alla vita pubblica è quello di indossare costantemente una mascherina FFP2. Persone con test positivo devono indossare una mascherina FFP2 al di fuori della propria abitazione in tutti gli spazi chiusi e sui mezzi pubblici. Se all’aperto non è possibile rispettare la distanza minima di 2 metri oppure si ricevono visite da persone estranee al nucleo famigliare, anche in questi casi è necessario indossare una mascherina FFP2.
  • Per persone con test positivo vale il divieto di accesso nelle istituzioni sanitarie, nelle case di cura per anziani e nelle strutture residenziali per disabili, asili o scuole di base.
  • Tutte le informazioni sulle possibilità di esecuzione dei test a Vienna

Ciò significa testato - vaccinato - guarito:

Persone con tampone negativo

  • Tampone molecolare (ad es. tampone PCR): valido per 72 ore dal campionamento. A Vienna i test PCR sono validi solo per 48 ore.
  • Test antigenico di un centro autorizzato: valido 24 ore dall'ora del prelievo.

Persone guarite

  • Conferma di guarigione: attestato medico o ufficiale di un'infezione superata negli ultimi 180 giorni, confermata da analisi di biologia molecolare (ad esempio con un test PCR).

Persone vaccinate (requisiti):

  • seconda dose, che sia stata somministrata non più di 270 giorni prima ed almeno 14 giorni dopo la prima dose, oppure
  • 21 giorni dalla data della vaccinazione nel caso di vaccini per i quali è prevista una sola dose, che sia stata somministrata non più di 270 giorni prima,
  • vaccinazione, valida a condizione che sia disponibile un test biomolecolare positivo (ad esempio il test PCR) per SARS-CoV-2 eseguito almeno 21 giorni prima della vaccinazione oppure un test degli anticorpi neutralizzanti prima della vaccinazione, e che la vaccinazione sia stata somministrata non più di 270 giorni prima
  • ulteriore vaccinazione (“booster”), che sia stata somministrata non più di 270 giorni prima. Tra la 1° e la 2° vaccinazione devono trascorrere almeno 14 giorni, tra la 2° e la 3° dose almeno 90 giorni.
  • Una guarigione (nel periodo di 180 giorni) dopo una seconda vaccinazione (che risalga al massimo a 270 giorni prima) è considerata equivalente ad una dose ulteriore (“booster”).

Consiglia l’articolo a un amico

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

I dati e gli indirizzi e-mail indicati non saranno memorizzati o riutilizzati.

Da
A *

Oggetto: Suggerimento da parte di www.vienna.info

Valuta l’articolo
Valuta l’articolo

Feedback alla redazione di vienna.info

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

Appellativo *

Non siete ancora sazi?