Tu sei qui:

Aeroporto di Vienna Schwechat
© Flughafen Wien AG

Arrivo e partenza

Arrivo in Austria: Requisiti

Le persone testate, recuperate e vaccinate da alcuni paesi possono entrare in Austria. Le seguenti disposizioni si applicano a questi tre gruppi:

Persone con tampone negativo

  • Tampone molecolare (ad es. tampone PCR): valido per 72 ore dal campionamento
  • Test antigenico di un centro autorizzato: valido per 48 ore dal campionamento

Persone guarite

  • Avviso ufficiale di quarantena: valido per 6 mesi
  • Certificato medico di guarigione da infezione da Covid-19 confermata da test molecolare: valido per 6 mesi
  • Documentazione attestante esito positivo di un test su anticorpi neutralizzanti: valido per 3 mesi

Persone vaccinate

  • Immunizzazione mediante somministrazione di due dosi di vaccino (AstraZeneca, BioNTech/Pfizer, Moderna) o tramite una vaccinazione (Johnson & Johnson)

Disposizioni dettagliate di ingresso in Austria

  • Qualsiasi viaggiatore in arrivo in Austria (quindi anche i cittadini austriaci ed i pendolari) deve compilare un modulo detto Pre-Travel-Clearance (eccezione: attraversamento del Paese senza tappe intermedie o trasferte professionali). Il documento deve essere esibito su richiesta delle autorità. A partire dal 10.6. questo modulo compilato è richiesto solo per le aree ad alta incidenza e varianti del virus. Sono esenti da questo requisito le persone,
    • dai seguenti paesi: Andorra, Australia, Belgio, Bulgaria, Danimarca, Germania, Estonia, Finlandia, Francia, Principato del Liechtenstein, Grecia, Irlanda, Islanda, Israele, Italia, Croazia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Monaco, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, San Marino, Svezia, Singapore, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Corea del Sud, Repubblica Ceca, Ungheria, Vaticano e Cipro.
    • che hanno soggiornato esclusivamente in Austria durante gli ultimi dieci giorni e
    • che hanno un certificato nel senso della regola delle 3 G (vaccinati, testati, recuperati).
  • L’ingresso dalla Germania è consentito a persone vaccinate, guarite e con tampone negativo, senza obbligo di quarantena di 10 giorni, nel caso in cui all’arrivo in Austria abbiano dimostrato che entro i dieci giorni precedenti abbiano soggiornato esclusivamente in Austria o Germania. Qualora non sia possibile produrre tale dimostrazione, è necessario ripetere un tampone molecolare entro 24 ore dall’arrivo.
  • Questo regolamento si applica anche ai seguenti paesi: Andorra, Australia, Belgio, Bulgaria, Danimarca, Germania, Estonia, Finlandia, Francia, Principato del Liechtenstein, Grecia, Irlanda, Islanda, Israele, Italia, Croazia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Monaco, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, San Marino, Svezia, Singapore, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Corea del Sud, Repubblica Ceca, Ungheria, Vaticano e Cipro.
  • Quanto segue si applica all'ingresso da stati ad alto rischio o ad alta incidenza: Le persone vaccinate o recuperate non devono entrare in quarantena per 10 giorni, ma "solo" le persone testate.
  • Come prima, l'ingresso da altri paesi (ad esempio Gran Bretagna, Russia, Serbia, USA) è possibile solo in casi eccezionali, ad esempio per motivi di lavoro. Le persone vaccinate e recuperate non devono essere messe in quarantena. Quelli che hanno "solo" un test negativo devono essere messi in quarantena per almeno 5 giorni.
  • Per informazioni sui voli attualmente previsti per l’aeroporto di Vienna consultare il Sito dell’aeroporto. Si ricorda che nell’intera area dell’aeroporto è in vigore l’obbligo di indossare una mascherina FFP2.
  • Gli aerei provenienti dal Sudafrica, India e dal Gran Bretagna e dal Brasile sono attualmente vietati dall'atterraggio.
  • Il City Airport Train CAT dall’aeroporto alla stazione Wien Mitte ha sospeso il servizio fino a nuova comunicazione. I treni della ÖBB e gli autobus garantiscono comunque comodi trasferimenti da e per l’aeroporto. ÖBB garantisce la pulizia e disinfezione più volte al giorno degli spazi e degli arredi dei treni. Anche in questo caso è in vigore l’obbligo di indossare la mascherina FFP2 su tutti i treni e alla stazione.
  • Possibilità alternative per i trasferimenti da/verso l’aeroporto e da/verso Vienna

Viaggiare in Austria

Naturalmente, è anche possibile viaggiare all'interno dell'Austria. Tuttavia, avrete bisogno di una maschera FFP2 per i trasporti pubblici come le ferrovie federali austriache o gli autobus.

Consigli per chi viaggia in auto, treno, autobus e aereo in e per l'Austria

Partenza

Si informi sulle pagine ufficiali della sua destinazione d'origine sui regolamenti d'ingresso in quel paese o sul tipo di test che deve portare per il suo viaggio di ritorno.

Possibilità di test a Vienna per il tuo viaggio di ritorno a casa

Quarantena

  • Dopo essere entrati in Austria da paesi ad alto rischio o ad alta incidenza, si deve fare immediatamente una quarantena di dieci giorni.
  • È possibile anticipare la conclusione della quarantena a partire dal quinto giorno dopo l’arrivo tramite test molecolare o test antigenico negativo (Eccezione: l'ingresso dall'India deve presentare un test PCR negativo). È possibile lasciare il proprio alloggio per il prelievo del campione nonostante la quarantena.
    Tutte le informazioni sulle possibilità di esecuzione dei test a Vienna
  • Per uscire dall’Austria è consentito terminare la quarantena anche prima dei dieci giorni previsti. È comunque opportuno ridurre il più possibile il rischio di infezione in caso di partenza.
  • Per i pazienti positivi al SARS-CoV-2 l’obbligo di quarantena a Vienna è stato prolungato a 14 giorni a causa della variante più aggressiva di Coronavirus B.1.1.7. È possibile interrompere anticipatamente la quarantena qualora un test successivo mostri una carica bassa. In questo caso è possibile in via eccezionale concludere la quarantena anticipatamente al decimo giorno.