Nightlife, DJ

Al ritmo di Vienna

Un fenomeno recente è il boom del mondo della musica pop austriaca, un mondo che si sta diffondendo ad una velocità frenetica, anche ben al di là dei confini di Vienna. Le nuove star locali della musica non hanno paura di puntare in alto.

Il boom della musica pop

I componenti di Bilderbuch sono sicuri di sé come i più navigati professionisti. Maurice Ernst, il cantante, in un’intervista con il settimanale tedesco “Die Zeit” afferma di mettere in scena il “nuovo soul viennese”, un soul che si interfaccia con il mondo creativo di Vienna in tutte le sue sfaccettature; nei video musicali per esempio lo si vede spesso indossare creazioni di giovani stilisti viennesi come DMMJK. E la modestia non è proprio la sua dote principale. Il pop di Bilderbuch suona sexy, con un tocco di megalomania: “Se vorrai essere mia moglie, ci comprerò una casa tutta in oro e madreperla”, canta Maurice Ernst in una Lamborghini gialla nel suo hit “Maschin”.

Non meno fieri della propria musica sono i cinque musicisti della band Wanda: i testi delle loro canzoni sono intrisi di colore locale, di glamour e di eccessi, e i temi ruotano intorno alle sofferenze dell’amore. Hit come “Bologna” e “Bussi Baby” sono stati coronati da un successo internazionale, e nel 2016 sono già stati invitati a partecipare ai grandi festival in qualità di headliner.

Dall’indie all’electric

Marco Michael Wanda, band leader dell’omonimo gruppo, è un ammiratore di due colleghi la cui musica è “indie” (independent) come genere e anche nei fatti: Soap&Skin alias Anja Plaschg, con le sue geniali melodie minimaliste, il suo tocco malinconico e molta elettronica fa venire la pelle d’oca. Il vivace Nino aus Wien nei suoi testi dà libero sfogo a frustrazioni e insoddisfazioni. Magari non incontrano i gusti di tutti, in compenso sono vere e proprie stelle nel firmamento della musica viennese.

Nei club e nei locali notturni di Vienna risuonano raffinati groove, potenti bassi e spumeggianti sound. In concerti dal vivo o mixati si balla al ritmo di jazz, rock, pop, world ed electronic. Per chi non si trova a Vienna sarà facile sentire suoni viennesi anche altrove: quelli ad esempio di celebri DJ viennesi come Wolfram Eckert e Patrick Pulsinger, DJ che vantano incarichi in tutto il mondo.

Il bel Danubio blu

Che Vienna in quanto a musica rivesta un ruolo pionieristico non è nulla di nuovo. La creatività musicale infatti qui è di casa da sempre. I maestri del Classicismo viennese, Haydn, Mozart, Beethoven, crearono qui composizioni indimenticabili. Un loro collega, più giovane di qualche anno, il re del valzer Johann Strauss, fu anche lui una star del mondo musicale. 150 anni fa, il 15 febbraio 1867, risuonò per la prima volta il suo valzer “Sul bel Danubio blu”, inno ufficioso dell’Austria, irrinunciabile ai balli viennesi e classico bis al Concerto di Capodanno dell’Orchestra Filarmonica di Vienna.

Questi capolavori musicali ancora oggi a ragione non mancano nel programma della sale da concerto, in versione originale o anche nelle loro moderne reinterpretazioni. Il teatro lirico più giovane di Vienna, il Theater an der Wien, propone suggestive messe in scene di opere liriche, e nel 2017 il cartellone prevede il “Peer Gynt” di Werner Egk e “The Fairy Queen” di Henry Purcell.

I 15.000 concerti che ogni anno si allestiscono a Vienna si contraddistinguono per la loro eterogeneità: dalla Musica Antica (Barocco & Co al festival Resonanzen) al Classicismo fino alle composizioni moderne del festival Wien Modern, c’è di tutto. A Johann Strauss e a Wolfgang Amadé Mozart, che in quanto a voglia di vivere teneva certamente il passo col collega, piacerebbe vedere quanto sia viva la musica a Vienna ancora oggi.

Testo: Susanna Burger

Videos:

Teilen, bewerten und Feedback
Valuta l’articolo
Consiglia l’articolo a un amico

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
I dati e gli indirizzi e-mail indicati non saranno memorizzati o riutilizzati.

Da
a
Feedback alla redazione di vienna.info

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

Appellativo *
Appellativo