Egon Schiele malt Wallly Neuzil
© Novotny & Novotny Filmproduktion GmbH

Guarda un po’!

Vienna non è certo Hollywood, tuttavia i registi internazionali amano ambientare in questa città i loro film. È incredibile quanto ci sia qui da vedere e da raccontare! Lasciatevi ispirare e trascorrete a Vienna non una soltanto, ma molte serate - anche se in realtà vi trovate nel salotto di casa. 

Film dal 1949 al 2001

  • Il terzo uomo (1949): thriller sul contrabbandiere di penicillina adulterata Harry Lime (Orson Welles) nella Vienna del dopoguerra, con la colonna sonora su cetra famosa in tutto il mondo.
  • La principessa Sissi, Trilogia (1955-57): con Romy Schneider nelle vesti della giovane imperatrice alle prese con la Corte austriaca.
  • 007 - Zona pericolo, James Bond (1987): l’agente 007, interpretato da Timothy Dalton, va a caccia di criminali nella città di Vienna. 
  • Prima dell’alba (1995): un film per innamorarsi, perché qui non si innamorano soltanto Ethan Hawke e Julie Delpy, ma è anche lo spettatore ad innamorarsi ogni volta della città di Vienna. Inoltre: "Prima dell’alba", film culto di un’intera generazione, nel 2020 celebra già il suo 25° anniversario.
  • La pianista (2001): Michael Haneke, due volte vincitore della Palma d’oro di Cannes, ha trasposto per il cinema nel 2001 il romanzo di Elfriede Jelinek, premio Nobel per la letteratura; il film illustra la lotta tra una madre tirannica e una figlia repressa (Isabelle Huppert).

Film dal 2002

  • Klimt (2006): uno straordinario John Malkovich, nei panni dell’artista, ci fa immergere nella Vienna della Fin de Siècle.
  • A Dangerous Method (2011): Viggo Mortensen e Michael Fassbender impersonano Sigmund Freud e C. G. Jung nelle loro controversie sulla psicoanalisi.
  • Passioni e desideri (360) (2012): ispirato al testo teatrale di Schnitzler "Girotondo" con Jude Law, Rachel Weisz e Anthony Hopkins. 
  • Woman in Gold (2015): Helen Mirren interpreta Maria Altmann, nipote di Adele Bloch-Bauer, che combatte contro il governo austriaco per recuperare il famoso dipinto di Klimt "Ritratto di Adele Bloch-Bauer" (Adele in oro).
  • Egon Schiele: Death and the Maiden (2016): un vero capolavoro del regista Dieter Berner sulla vita di Egon Schiele. Al centro della narrazione è il rapporto di Schiele con le donne e con l’arte.
  • Freud (2019): la superstar della psicanalisi non si era mai vista così prima d’ora. Nella serie "Freud" il regista Marvin Kren mostra un giovane Sigmund Freud a caccia di cruenti criminali nella Vienna di fine 19° secolo. A partire dal 23 marzo su Netflix. 

Il più grande classico fra i film viennesi nacque nel 1948: "Il terzo uomo" con Orson Welles nelle vesti del leggendario contrabbandiere di penicillina Harry Lime nella Vienna del dopoguerra. Fra i protagonisti, assieme a Welles, è la Ruota panoramica del Prater – il simbolo di Vienna (con il Duomo di Santo Stefano). Ancora oggi si può seguire la fuga del protagonista nelle fogne di Vienna con il "Tour del Terzo Uomo". Al film è stato dedicato addirittura un Museo.

Per tutti coloro che vogliono calarsi ancora più a fondo in questo classico, proponiamo il making of, inclusa mappa interattiva di Vienna con i luoghi originali in cui è stato girato il film. 

Teilen, bewerten und Feedback
Valuta l’articolo
Consiglia l’articolo a un amico

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
I dati e gli indirizzi e-mail indicati non saranno memorizzati o riutilizzati.

Da
a
Feedback alla redazione di vienna.info

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

Appellativo *