I contenuti di questa pagina sono stati archiviati e potrebbero non essere più attuali.

Due ballerini sulla scena.
© Bill Cooper

Festival di Vienna

Il nutrito programma del Festival di Vienna 2020 comprende 46 produzioni, tra cui 15 prime mondiali. L’inaugurazione si terrà come da tradizione il 15 maggio nella piazza davanti al municipio e prevede quest’anno un omaggio a Beethoven, di cui ricorre l’anniversario.

La musica ha un ruolo importante anche nel teatrodanza: la coreografa belga Anne Teresa De Keersmaeker presenta in prima assoluta il suo assolo "Goldberg-Variationen" con il pianista Pawel Kolesnikow. Markus Schinwald collabora per la performance "Danse Macabre" con il compositore Matthew Chamberlain e l’ensemble Phace. Il coreografo William Forsythe, considerato uno dei più importanti esponenti del balletto moderno, è ospite a Vienna con l’opera "A Quiet Evening of Dance". Il teatro di prosa è presente con prime mondiali come quella di "The Wooster Group" o del dramma "2020 oder Das Ende" della regista britannica Katie Mitchell in collaborazione con la drammaturga Alice Birch.

L’ecologia al centro dell’attenzione

Il programma comprende anche altri appuntamenti importanti, tra questi il dramma "Heartbreaking Final" di Tim Etchell e Aisha Orazbayeva, "Ultraworld" di Susanne Kennedy e Markus Selg e "Requiem" di Romeo Castellucci, che crea un collegamento sorprendente fra Mozart e il presente, fra morte e nascita, fra vulnerabilità e bellezza. Il francese Philippe Quesne, che in una delle più grandi produzioni del Theater an der Wien si dedica al  "Lied von der Erde" di Gustav Mahler, contribuisce al tema dell’ecologia, centrale nell’ambito del Festival.

Mostre, workshop, dibattiti e molto altro

Due grandi mostre sono incluse nel programma del Festival di Vienna. La coreografa Maria Hassabi presenta una nuova installazione live, intitolata "Times", per la sala principale della Secessione di Vienna. A sua volta la mostra "And if I devoted my life to one of its feathers?" presso la Kunsthalle Wien presenta lavori di artisti che con le loro opere rispondono al vertiginoso consumo di materie prime e alla distruzione dell’ambiente. Workshop, podcast, dibattiti e party completano il programma del Festival di Vienna. Il Festwochen Bar nel padiglione sulla Karlsplatz è aperto tutti i giorni dalle ore 18.

Festival di Vienna 2020

15/5-21/6/2020, diverse sedi
Programma, informazioni, biglietti: www.festwochen.at

Teilen, bewerten und Feedback
Valuta l’articolo
Consiglia l’articolo a un amico

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
I dati e gli indirizzi e-mail indicati non saranno memorizzati o riutilizzati.

Da
a
Feedback alla redazione di vienna.info

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

Appellativo *