Wiener Festwochen 2017, Ishvara

Festival di Vienna 2017

La prima edizione del Festival di Vienna firmata dal nuovo sovrintendente Tomas Zierhofer-Kin inaugura un nuovo programma e nuove location. Lo scopo di portare a Vienna tanti generi e artisti diversi è quello di fondere “performance, musica, arte visiva e teatro in una sorta di astronave dell’arte, che unisce passato e futuro.”

Inaugurazione aperta a tutti con Conchita

Il Festival di Vienna sarà inaugurato il 12 maggio sulla piazza davanti al Municipio. L’evento open air gratuito entusiasma ogni anno migliaia di persone e viene trasmesso in mondovisione. Programma

Avanguardia e glamour hollywoodiano

Molte produzioni susciteranno interesse. Qui ve ne proponiamo una piccola selezione:

  • Il collettivo canadese Mammalian Diving Reflex rende un servizio al pubblico nel vero senso della parola con "Haircuts by Children” e si dedica al tema-tabù del sesso nella terza età ("All The Sex I’ve Ever Had").
  • Riferimenti politici e globali di vario tipo prendono vita, ad esempio nella performance "Democracy in America" di Romeo Castellucci e in "Traiskirchen. Il Musical" di Die Schweigende Mehrheit.
  • Gintersdorfer/Klaßen e Benedikt von Peter adattano il classico di Mozart “Il ratto dal serraglio": il loro "Les Robots ne connaissent pas le Blues" debutterà in prima assoluta il 26 maggio.
  • Il Festival di Vienna attirerà il pubblico anche nel 2017 con grandi nomi: la star hollywoodiana Jude Law reciterà in “Obsession”. La regia di questa versione teatrale del film di Visconti è del belga Ivo van Hove.
  • Jonathan Meese, in collaborazione con il compositore Bernhard Lang, riadatta il "Parsifal" di Wagner come opera spaziale, intitolata "Mondparsifal Alpha 1-8 (Erzmutterz der Abwehrz)". La regia musicale è affidata a Simone Young, la prima assoluta è prevista il 4 giugno al Theater an der Wien.

Tre nuove sezioni del Festival

Fra le tre nuove sezioni del festival segnaliamo la sezione dei dibattiti “Accademia per disimparare” con conferenze e iniziative a ingresso libero.

La seconda sezione, il "Performeum", si propone di far conoscere diverse forme di performance in un’area delle Ferrovie Austriache nel quartiere Favoriten di Vienna, tra queste la "House of Realness” che lavora sull’identità queer e il tema dell’estetica.

Il castello Neugebäude è il palcoscenico di "Hyperreality", un piccolo “subfestival” per la cultura da discoteca come terza nuova sezione. Qui si potrà ascoltare musica da discoteca ed elettronica. Tra gli altri, saranno ospiti Holly Herndon, Merzbow e Forest Swords.

Festival di Vienna 2017

12/5-18/6/2017, diverse location
Programma, informazioni, biglietti: www.festwochen.at

Teilen, bewerten und Feedback
Valuta l’articolo
Consiglia l’articolo a un amico

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
I dati e gli indirizzi e-mail indicati non saranno memorizzati o riutilizzati.

Da
a
Feedback alla redazione di vienna.info

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

Appellativo *