Tu sei qui:

I contenuti di questa pagina sono stati archiviati e potrebbero non essere più attuali.

Ritratto della leggenda del jazz Gilberto Gil.
© Gilberto Gil MGMT

Vienna Jazz Festival

Ad aprire il 29° Vienna Jazz Festival sarà il collettivo jazz americano, premiato ai Grammy, Snarky Puppy al Globe Wien presso la Marx Halle. La troupe di musicisti di Brooklyn propone una matura combinazione di funk duro e fusion con sound sofisticati in una performance travolgente. Il giorno successivo sarà la volta del batterista Alex Deutsch a intrattenere il pubblico presso il Vecchio Municipio con una performance da solista.

Star mondiali all’Opera

Tra gli appuntamenti di maggior spicco all’Opera di Stato di Vienna quest’anno annoveriamo senza ombra di dubbio lo spettacolo della leggenda della Bossa Nova Gilberto Gil. L’artista di Bahia incarna lo spirito brasiliano come nessun altro sa fare. Muovendosi al limite tra musica d’arte e musica popolare, si è consacrato con le sue canzoni come l’emblema del tropicalismo.

Anche il canadese Chilly Gonzales vive la sua arte in bilico fra diversi generi musicali. Il pianista, compositore, cantante e rapper è un performer di razza, che spesso si presenta sul palco anche in vestaglia e pantofole.

La musica piena di sentimento è l’elisir di lunga vita di Omara Portuondos. L’artista cubana, con le sue 88 primavere, non potrebbe altrimenti affrontare le fatiche dei voli intercontinentali per venire a incantare il pubblico viennese. Nei suoi spettacoli, "The Lady of Cuban music" tocca tutte le corde della melanconia, regalando interpretazioni magistrali.

Bobbie McFerrin è una vecchia conoscenza del festival e nello spettacolo dal titolo "Gimme5", invita a cantare con lui nel prestigioso teatro sul Ring: l’acrobata della voce insieme ad altri 5 cantanti e con il sostegno di alcuni vocalist locali propone le sue "Circlesongs" in una versione straordinaria.

Anche Jamie Cullum, maestro del jazz, dello swing, del soul e del pop, fa tappa all’Opera di Stato di Vienna per presentare un nuovo album e la nuova band e con la sua verve trascinante porta una ventata di gioventù tra le vetuste mura (l’Opera di Stato di Vienna festeggia nel 2019 i 150 anni del teatro lirico sul Ring).

Jazz in un’atmosfera da club

Il programma del Vienna Jazz Festival comprende molte altre esibizioni di leggende del jazz e nuovi talenti. Nella piazza davanti al Municipio si terranno concerti gratuiti. Il programma al Jazzland e al Summerstage sul Canale del Danubio è quanto mai ricco. Nell’atmosfera intima del club Porgy & Bess si esibiranno quest’anno il jazzista americano Jamison Ross e José James, uno dei cantanti jazz più versatili attualmente in circolazione.

L’etichetta discografica viennese Handsemmel Records accoglie anche quest’anno l’invito del Vienna Jazz Festival e appositamente per questa occasione ha ingaggiato un team di musicisti di fama internazionale: a fianco di Georg Gräwe e Franz Koglmann suonano Michael Moore, Gerry Hemingway e Robert Landfermann. L’estate dei festival può cominciare.

Vienna Jazz Festival 2019

24/6-10/7/2018
diverse sedi
www.jazzfest.wien

Il musicista Chilly Gonzales in vestaglia al pianoforte.
Chilly Gonzales si esibisce all’Opera di Stato di Vienna. © Alexandre Isard
La troupe di musicisti di Brooklyn posa per una foto in un giardino.
La troupe di musicisti Snarky Puppy di Brooklyn. © Stella K.
Valuta l’articolo
Valuta l’articolo