Viktor E. Frankl
© Haddon Klingberg jr.

Dietro ogni crisi c’è un’opportunità

Viktor E. Frankl, fondatore della logoterapia e dell’analisi esistenziale, il 26 marzo 2020 avrebbe compiuto 115 anni. La sua dottrina acquista particolare rilevanza proprio in questi tempi di crisi. Per tutta la sua vita il neurologo e psichiatra viennese (1905-1997) ha riflettuto sul senso della vita. Lo stesso Frankl è sopravvissuto all’internamento in diversi campi di concentramento. Sua moglie, i suoi genitori e suo fratello non sopravvissero.

Nel 1945, dopo la liberazione dal lager, Frankl si trovò di fronte al nulla. Ma nonostante i violenti colpi del destino non smise mai di credere che ogni essere umano potesse crearsi una vita “piena di senso”. In un discorso del 1992 Viktor E. Frankl parlò della sua personale “ora zero”:

“In un certo qual modo, molti insieme a me si trovarono letteralmente di fronte al nulla. Solo che questo nulla non era solamente la mancanza, l’assenza di una realtà soddisfacente, includeva allo stesso tempo tante possibilità di venire a capo della realtà esistente in un modo diverso. Soprattutto c’era la sensazione di gioia per aver riacquistato la libertà di scelta, vale a dire la possibilità di scegliere fra le nuove opportunità disponibili.”

Frankl formulò la sua dottrina sul senso della vita già negli anni 1930, ma dopo il 1945 questa venne ad acquisire un significato del tutto nuovo, anche dal punto di vista personale. Dopo il ritorno dal campo di concentramento scrisse nel giro di pochissimo tempo il libro ormai stampato in milioni di copie “...Dire di sì alla vita, nonostante tutto” (in inglese: Man’s Search for Meaning), che soprattutto negli Stati Uniti si annovera come uno dei libri più importanti della storia. Con questo libro Frankl voleva diffondere il concetto che, nonostante le circostanze più avverse, una vita ricca di senso e di ottimismo è possibile. Egli esortava ad affrontare il nuovo con un approccio creativo e responsabile. E questo vale a maggior ragione in tempi di crisi.

Insieme a Sigmund Freud e ad Alfred Adler, Viktor Frankl è considerato il fondatore della Terza Scuola Viennese di Psicoterapia. La sua logoterapia, sviluppata sulla base dell’analisi esistenziale, trova impiego e riconoscimento in tutto il mondo. Il Viktor Frankl Museum a Vienna offre uno spaccato della sua vita e della sua dottrina.

Viktor Frankl Museum Vienna

Mariannengasse 1/15, 1090 Wien
aggiungi al mio programma di viaggio
Teilen, bewerten und Feedback
Valuta l’articolo
Consiglia l’articolo a un amico

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
I dati e gli indirizzi e-mail indicati non saranno memorizzati o riutilizzati.

Da
a
Feedback alla redazione di vienna.info

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

Appellativo *