Netsuke
© Jüdisches Museum Wien

Sulle tracce degli Ephrussi

Quella degli Ephrussi è stata una delle famiglie più influenti d’Europa. Ancora oggi il clan di banchieri Ephrussi attira su di sé gli sguardi e l’interesse come un tempo. Nella Vienna in pieno sviluppo del 19° secolo la famiglia originaria della Russia trovò la sua nuova casa. Trasferitisi a Vienna da Odessa, i suoi antenati espansero il loro impero nel cuore della monarchia austroungarica.

Il Palais Ephrussi in Universitätsring 14 è ancora oggi la testimonianza viva del grande successo e dell’enorme ricchezza della famiglia. Il palazzo fu progettato e realizzato ai tempi della cosiddetta Gründerzeit (ultimi decenni dell’Ottocento) niente meno che dal grande architetto Theophil Hansen con forme neorinascimentali. Lo sfarzoso edificio sulla Ringstrasse oltre ad essere la residenza della famiglia era anche una sorta di "condominio" di lusso, in quanto sopra l’obbligatorio piano padronale vennero realizzati addirittura degli appartamenti da affittare.

Con l’Anschluss dell’Austria al Reich tedesco iniziò la tragica caduta della famiglia. Espropriati, esiliati e privati di ogni mezzo di sostentamento, gli Ephrussi divennero cittadini del mondo. Le loro peregrinazioni li portarono dall’Austria alla Francia, all’Inghilterra, alla Spagna, agli Stati Uniti, al Messico e addirittura al Giappone. Oggi i membri della loro famiglia sono sparsi in tutto il mondo.

Con gli occhi della lepre

Edmund de Waal, egli stesso discendente degli Ephrussi, raccontò per la prima volta nel 2011 nel suo bestseller "La lepre dagli occhi d’ambra" dell’ascesa della famiglia dei banchieri, della loro cacciata per mano dei nazionalsocialisti e della ricerca delle proprie radici. 

Il Museo ebraico di Vienna con l’eredità di de Waal ripercorre, attraverso gli oggetti esposti, la storia delle persone che un tempo li collezionarono. Il nucleo centrale dell’esposizione è l’archivio di famiglia che de Waal ha donato al Museo ebraico nel 2018. Uno spazio speciale è riservato naturalmente alle 157 netsuke (ninnoli giapponesi, intagliati generalmente su radica o avorio), che la famiglia ha messo a disposizione del museo come prestito. 

Gli Ephrussi. Un viaggio nel tempo. 

6/11/2019 – 8/3/2020

Museo ebraico Vienna (Jüdisches Museum Wien) Palais Eskeles

Dorotheergasse 11, 1010 Wien
  • Prezzi

    • Biglietto valido per il Museo Judenplatz e per il Museo ebraico in Dorotheergasse
    • Vantaggi con la Vienna City Card:
  • Orari di apertura

    • Lun, 10:00 - 18:00
    • Mar, 10:00 - 18:00
    • Mer, 10:00 - 18:00
    • Gio, 10:00 - 18:00
    • Ven, 10:00 - 18:00
    • Dom, 10:00 - 18:00
  • Accessibilità

    • Ingresso principale
      • senza gradini (Porte scorrevoli automatiche   162  cm  largo )
    • Con ascensore
      • 110 cm largo e 140 cm profondo , Porta 80 cm largo
    • Ulteriori informazioni
      • WC per disabili accessibili senza barriere architettoniche.
    • Offerte speciali per persone disabili

      Guided tours for visitors with special needs on request.
      Discounted admission for people with disabilities 10 Euro (1 companion free) and people with social pass/mobility pass (photographic ID required).

aggiungi al mio programma di viaggio

 

Teilen, bewerten und Feedback
Valuta l’articolo
Consiglia l’articolo a un amico

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
I dati e gli indirizzi e-mail indicati non saranno memorizzati o riutilizzati.

Da
a
Feedback alla redazione di vienna.info

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

Appellativo *