Fotografia: una fiamma di gas metano su un lago ghiacciato in Alaska, di Benedikt Partenheimer
© Benedikt Partenheimer, Bildrecht Wien 2020

Nach uns die Sintflut

Il cambiamento climatico è arrivato. È nel cuore della nostra società. E possiamo vederne e sentirne gli effetti sul nostro stesso corpo. Nella sua nuova mostra, la Kunst Haus Wien mostra per mezzo dell'arte perché è così importante interessarsi quanto prima a questo tema... e passare ai fatti. "Nach uns die Sintflut" (Dopo di noi, il diluvio) si concentra sulle opere fotografiche e cinematografiche di 20 artisti internazionali prodotte negli ultimi dieci anni. Molte delle opere rappresentate sono state realizzate in seguito ad anni di ricerca e in stretta collaborazione con diversi scienziati, al fine di osservare questo tema anche da un punto di vista socio-politico e sociale.

La regione alpina è già stata pesantemente colpita dal cambiamento climatico. Le opere di Axel Braun (Germania), Douglas Mandry (Svizzera) o Michael Goldgruber (Austria) mostrano in maniera esemplificativa il modo in cui il paesaggio è drasticamente cambiato negli ultimi anni. Ad esempio, Goldgruber, nelle sue opere, si dedica in particolare al cambiamento del paesaggio d'alta quota delle Alpi Venoste nel Tirolo. Ma anche le testimonianze internazionali, come quelle del fotografo Sarker Protick (Bangladesch) mostrano come l'intervento dell'uomo è in grado di modificare e distruggere il paesaggio. Nella sua serie denominata "On River and Lost Lands" porta ad osservare da vicino l'erosione delle rive del fiume Gange, che influisce grandemente sulla vita delle persone. 

Il titolo della mostra "Nach uns die Sintflut" si basa su una dichiarazione di Karl Marx nell'opera "Il Capitale". Già 150 anni fa, Marx sosteneva che l'intervento dell'uomo nella natura portasse alla distruzione ambientale e si lamentava della costante indifferenza della popolazione nei confronti di questo tema. Da allora è trascorso molto tempo, ma questo argomento continua ad essere più attuale e importante che mai.

Museums for future

La Kunst Haus Wien è il primo museo green dell'Austria. Vien da sé, quindi, che l'istituzione abbia aderito al movimento globale "Museums for Future" (Musei per il futuro). L'obiettivo del movimento è quello di assumere un maggiore impegno ecologico e politico, ma soprattutto di dimostrare responsabilità. Lo scopo è quello di rendere i temi dell'ambiente, della natura e della sostenibilità accessibili a un pubblico sempre più vasto e fare in modo che venga acquisita consapevolezza a riguardo.

Con "Nach uns die Sintflut", la Kunst Haus Wien ha dato vita a una mostra che non solo spinge alla riflessione, ma che potrebbe anche motivare le persone ad agire in maniera concreta. Proprio perché questo tema assume importanza attraverso i discorsi e le conversazioni su di esso, anche questa mostra presenta una serie di discussioni proprie sull'argomento.

Nach uns die Sintflut

16/09/2020 - 14/02/2021

Avvertenza: si prega di notare che gli orari di apertura delle singole istituzioni, vista la situazione attuale, potrebbero variare. Si consiglia di informarsi prima di visitare i musei.

Kunst Haus Wien Museo Hundertwasser

Untere Weißgerberstraße 13 , 1030 Wien
  • Vienna City Card

  • Orari di apertura

    • Lun, 10:00 - 18:00
    • Mar, 10:00 - 18:00
    • Mer, 10:00 - 18:00
    • Gio, 10:00 - 18:00
    • Ven, 10:00 - 18:00
    • Sab, 10:00 - 18:00
    • Dom, 10:00 - 18:00
    • festivi, 10:00 - 18:00
  • Accessibilità

    • Ingresso principale
      • senza gradini (Porte a vento )
    • Con ascensore
      • 250 cm largo e 120 cm profondo , Porta 200 cm largo
    • Ulteriori informazioni
      • Ammessi i cani guida per non vedenti
      • WC per disabili accessibili senza barriere architettoniche.
    • Note

      Main entrance and access to the restaurant / café: no steps, , floors are uneven, elevator.

aggiungi al mio programma di viaggio

 

Teilen, bewerten und Feedback
Valuta l’articolo
Consiglia l’articolo a un amico

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
I dati e gli indirizzi e-mail indicati non saranno memorizzati o riutilizzati.

Da
a
Feedback alla redazione di vienna.info

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

Appellativo *