Corse di trotto nell’ippodromo di Krieau
© Lichtfeld e.U. Jürgen Schindler

Storie del Prater

Una cassiera dallo sguardo cupo prende in consegna i cinque euro. Curiosi ci incamminiamo verso l’unica tribuna rimasta delle originali tre dell’ippodromo Krieau. Chi si aspetta di vedere qui signore con raffinati cappelli e signori in eleganti abiti, si renderà rapidamente conto che non è così. La luccicante epoca delle scommesse ippiche è finita, dell’alta società viennese qui non se ne vede più molta. Ciò però non significa che qui regni la monotonia: si incontra piuttosto la Vienna vera, quella autentica, signori di una certa età che sperano di fare fortuna, le loro mogli e amiche che preferiscono dedicarsi agli aperitivi piuttosto che ai cavalli, bambini che entusiasti fanno il tifo per le star della Krieau, i fantini e i loro cavalli.

Trotto e scommesse

Ben presto ci viene voglia di scommettere, ed esaminiamo con attenzione il programma. Vogliamo puntare su Victorious o piuttosto su Wonder Boy? Vogliamo ancora attendere per vedere come cambiano le quote? Ci facciamo dare qualche consiglio da qualche esperto? Alla fine puntiamo somme esigue su diversi cavalli, anche se, chiaramente, è meglio stare attenti a non esagerare.

Abbiamo appena consegnato i ticket che dall’altoparlante echeggia l’annuncio: “La prossima gara inizia tra qualche minuto”. Fuori dalla pista la gente si accalca, sembra di essere in un altro mondo. Da un lato vediamo la storica torretta dei giudici, che ha conosciuto tempi migliori. Dietro si riconoscono le silhouette dei moderni edifici del quartiere residenziale e commerciale Viertel Zwei, sorto qui negli ultimi anni. E poi i sulky trainati dai cavalli ci passano accanto come fulmini, troppo veloci per permettere a noi inesperti di capire chi è stato il primo a tagliare il traguardo. Si sentono grida di giubilo e sospiri delusi e poi la maggior parte degli spettatori ritorna ai banchi delle scommesse…

Un’oasi di pace nel mezzo della città

Dopo tre corse al trotto e aver breve­mente fatto il pieno di energia a un chiosco che vende panini con Schnitzel o Leberkäse, una specie di polpettone di pasta di Würstel, deci­di­amo di regalarci un po’ di relax nell’a­rea verde del Prater. Dopo aver attraversato il viale Hauptallee, imbocchiamo il sentiero numero 9, uno dei percorsi da trekking della città, e passeggiamo rilassati fino allo stagno Heustadlwasser, ci immergiamo poi sempre più nella natura e proseguiamo ben oltre il Lusthaus, un castelletto da caccia imperiale. Fantastico quanto sia facile a Vienna passare dal totale trambusto a una relativa calma. Ci incantano gli estesi prati, i boschetti e le superfici acquatiche: è un’area perfetta per fare passeggiate, anche lunghe, e praticare sport. In mezzo a tutta questa pace e tranquillità si riesce solo a immaginare con difficoltà che a pochi chilometri in linea d’aria pulsa la vita della metropoli.

Che bello andare in giostra

Dopo una lunga passeggiata a piedi decidiamo di accorciare un po’ la strada del ritorno e prendiamo lo storico trenino Liliputbahn. Dal 1928 questa ferrovia in miniatura trainata da diverse locomotive tutte diverse attraversa l’area su binari a scartamento ridotto. Ci finanziamo i biglietti con la “fortuna” vinta all’ippodromo. Seduti in una delle carrozze aperte percorriamo lentamente i quieti boschi per ritornare infine a questa vivace realtà fatta di giostre, montagne russe, baracchini del tiro a segno, e di folla. E non ci vuole molto per immergerci in questo ambiente, poco dopo ci sediamo divertiti sulla sedia di una giostra a catene alta 117 metri, ignari di ciò che ci attende. Il Wurstelprater infatti non è soltanto il perfetto coronamento di una stupenda giornata ma anche un posto dove non mancano mai le sorprese…

Testo: Angelika Lechner

Il Prater Verde tra Praterstern e Winterhafen

Prater, 1020 Wien
  • Accessibilità

    • Parcheggi Ingresso principale
      • Parcheggi per disabili presenti
    • Ulteriori informazioni
      • WC per disabili accessibili senza barriere architettoniche.
    • Note

      Wheelchair-accessible restrooms: Messegelände / Parkplatz, 1.-Mai-Strasse (in the middle), Calafattiplatz.

aggiungi al mio programma di viaggio

Prater

Prater, 1020 Wien
  • Prezzi

  • Orari di apertura

    • 15. Marzo fino a 31. Ottobre
      Main season
    • tutti i giorni, 12:00 - 20:00
    • Weather permitting
  • Accessibilità

    • Parcheggi Ingresso principale
      • Parcheggi per disabili presenti
        at Riesenrad (Giant Ferris Wheel) and Schweizerhaus (1.-Mai-Strasse)
    • Ulteriori informazioni
      • WC per disabili accessibili senza barriere architettoniche.
    • Note

      Wheelchair-accessible restrooms: Messegelände / Parkplatz, 1.-Mai-Strasse (in the middle), Calafattiplatz.

       

aggiungi al mio programma di viaggio

Heustadlwasser Prater

Stadionallee 1, 1020 Wien
aggiungi al mio programma di viaggio

Caffè Ristorante Lusthaus Wien

Freudenau 254, 1020 Wien
  • Orari di apertura

    • Gennaio fino a Marzo
      Saturday, Sunday, Monday, Tuesday noon - 5 p.m.
    • Aprile fino a Settembre
      Monday - Friday noon to 10 p.m., Saturday, Sunday and holidays noon - 6 p.m., closed Wednesday
    • Ottobre fino a Dicembre
      Daily from noon - 5 p.m., closed Wednesday
aggiungi al mio programma di viaggio

Ferrovia in miniatura (Liliput-Bahn)

Prater 99, 1020 Wien
  • Orari di apertura

    • März tutti i giorni, 10:00 - 17:00
    • April tutti i giorni, 10:00 - 18:00
    • Mai-Juni tutti i giorni, 10:00 - 19:00
    • Juli-August tutti i giorni, 10:00 - 20:00
    • September tutti i giorni, 10:00 - 18:00
    • Oktober tutti i giorni, 10:00 - 17:00
aggiungi al mio programma di viaggio
Teilen, bewerten und Feedback
Valuta l’articolo
Consiglia l’articolo a un amico

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
I dati e gli indirizzi e-mail indicati non saranno memorizzati o riutilizzati.

Da
a
Feedback alla redazione di vienna.info

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

Appellativo *