Camera del Tesoro (sacro e profano)

Sulle tracce degli Asburgo

Punto di partenza della passeggiata degli Asburgo è il Duomo di S. Stefano nel cuore della città vecchia. I primi lavori di costruzione furono intrapresi nel XII secolo. Ma il Duomo acquisisce il suo aspetto attuale in stile gotico solo nel XIV secolo. Nel 1515 si tenne lo storico "primo Congresso di Vienna" che finalmente unificò sotto gli Asburgo la corona ungherese e quella boema.

Dal Duomo di S. Stefano si prosegue lungo la Kärntner Strasse e oltre la Marco d'Aviano Gasse fino al Neuer Markt. Qui, nella Cripta degli Imperatori sotto la Chiesa dei Cappuccini, si trova la più importante tomba degli Asburgo. Dal 1633 sono stati sepolti qui 149 membri della dinastia.

Passando da Plankengasse e Dorotheergasse si arriva alla Chiesa degli Agostiniani. In questa "chiesa privata" degli Asburgo si sono sposati, tra gli altri, l'imperatore Francesco Giuseppe e Sisi nel 1854. La chiesa ospita anche la Herzgruft (cripta dei cuori) degli Asburgo. Tra il 1654 e 1878 nella cappella di Loreto vennero sepolti 54 cuori di membri della famiglia imperiale.

Per molti secoli il Wiener Hofburg è stato il centro di potere degli Asburgo. Ne sono tuttora testimonianza la Camera del tesoro, il Museo di Sisi, gli Appartamenti imperiali, il Museo delle argenterie di corte e la Scuola di Equitazione.

Attraversando l'Albertinaplatz e il Burggarten costruito nel 1818 per la famiglia imperiale si arriva a quello che era il centro del potere degli Asburgo: il Wiener Hofburg (il palazzo imperiale di Vienna). Nello Schweizerhof si trova la Camera del tesoro, dove è possibile ammirare non solo l'antica corona del Sacro Romano Impero della Nazione Germanica, che risale a più di 1.000 anni fa, ma anche la corona dell'imperatore austriaco, il tesoro dei Burgundi e il tesoro dell'Ordine del Vello d'oro.

Pochi passi più avanti, sotto la Cupola di San Michele, si trovano il Museo di Sisi, gli Appartamenti imperiali e il Museo delle argenterie di corte. Nelle ex stanze private di Francesco Giuseppe e Sisi è possibile ammirare mobili originali, splendide posate d'argento e oggetti privati degli Asburgo. Proprio di fronte si trova l'ingresso della Scuola di Equitazione Spagnola, dove i famosissimi cavalli lipizzani entusiasmano il pubblico. L'imperatore Carlo VI incaricò Josef Emanuel Fischer von Erlach della costruzione della scuola di equitazione invernale nell'Hofburg tra il 1729 e il 1735.

A un tiro di schioppo di distanza dal Michaelertor inizia infine la più signorile via commerciale di Vienna, il Kohlmarkt. Qui termina il tour degli Asburgo, meglio se davanti a un caffè e un dolce di Demel (Kohlmarkt 14). La ex Hofzuckerbäckerei (pasticceria) imperialregia forniva la residenza imperiale con dolci delizie. Nemmeno l'imperatrice Sisi, tanto attenta alla linea, poteva resistere alle "Veilcheneis" color lilla che si producevano qui...

Ulteriori informazioni sulla famiglia imperiale degli Asburgo sono disponibili nella homepage del sito "Die Welt der Habsburger" (Il mondo degli Asburgo, in tedesco).

Teilen, bewerten und Feedback
Valuta l’articolo
Consiglia l’articolo a un amico

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
I dati e gli indirizzi e-mail indicati non saranno memorizzati o riutilizzati.

Da
a
Feedback alla redazione di vienna.info

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

Appellativo *
Appellativo