Egon Schiele

Biografia di Egon Schiele

1890
Nasce il 12 giugno a Tulln sul Danubio (Bassa Austria).

1906
Dopo la mancata accettazione alla Kunstgewerbeschule (Scuola d’Arti e Mestieri), inizia gli studi presso l’Accademia di Belle Arti.

1907
Schiele acquista a Vienna il suo primo studio ed entra in contatto con Klimt.

1908
Partecipa per la prima volta a una mostra pubblica (nella Sala Imperiale dell’abbazia di Klosterneuburg)

1909
Quattro lavori di Schiele vengono esposti alla “Rassegna Internazionale d’Arte”. In seguito a divergenze lascia l’Accademia di Belle Arti e fonda il “Neukunstgruppe” (Gruppo della Nuova Arte).

1911
Schiele si trasferisce a Krumau (Cechia) insieme a Wally Neuzil, la sua modella più famosa. Nascono lì i suoi visionari paesaggi urbani.

1912
Seguono altre mostre, alcune allestite alla Secessione.
E un soggiorno in prigione: dopo il suo trasferimento da Krumau a Neulengbach in Bassa Austria, Schiele viene falsamente accusato di aver abusato di una minore e viene tenuto 24 giorni in custodia preventiva.
Dipinge il suo celeberrimo “Ritratto di Wally Neuzil” e il suo “Autoritratto con alchechengi” (entrambi oggi esposti al Museo Leopold).

1913
Viene nominato membro dell’Unione degli Artisti Austriaci, il cui presidente era Gustav Klimt. In marzo seguono alcune mostre in Austria e in Germania.

1914
Vengono pubblicate per la prima volta alcune poesie di Schiele sulla rivista settimanale “Die Fackel”. Partecipa a mostre a Roma, Bruxelles e Parigi.

1917
Schiele presta il suo servizio militare nel Museo dell’esercito imperialregio, dove organizza mostre di dipinti di guerra e si occupa della propria pittura.

1918
La 49ª mostra della Secessione viennese è dedicata a Schiele. Riscuote i primi successi anche in termini materiali: quasi tutti i suoi 50 dipinti e disegni esposti nella mostra vengono venduti.
Il 31 ottobre muove di febbre spagnola. Viene sepolto al cimitero Ober Sankt Veit di Hietzing.

I luoghi più rappresentativi di Schiele a Vienna: Museo Leopold, Belvedere, Wien Museum, Albertina, Museo di Storia militare

Teilen, bewerten und Feedback
Valuta l’articolo
Consiglia l’articolo a un amico

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
I dati e gli indirizzi e-mail indicati non saranno memorizzati o riutilizzati.

Da
a
Feedback alla redazione di vienna.info

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

Appellativo *
Appellativo