ORF/Netflix series "Freud"
© ORF/Satel Film/Bavaria/Studio Superplus

Freud in serie

Vienna, fin de siècle, 1886. Si apre una nuova era e con essa si fanno sempre più concrete e rumorose le teorie rivoluzionarie del giovane Sigmund Freud. Con il suo pensiero visionario, il padre della psicoanalisi incontra un’accanita opposizione che lo porta quasi sull’orlo della disperazione. Ed è proprio in questo momento buio che avviene il suo incontro con la medium Fleur Salomé e Alfred Kiss, veterano di guerra e poliziotto. Al loro fianco viene a trovarsi nel bel mezzo di una cospirazione assassina. È l’inizio di un viaggio ipnotico che cerca di sondare gli abissi dell’animo umano. La serie sarà trasmessa in streaming da Netflix dal 23 marzo. La radiotelevisione austriaca ORF trasmetterà gli otto episodi della serie già a partire dal 15 marzo (date delle puntate alla fine dell’articolo).

"Vogliamo far conoscere un lato sconosciuto di Freud, quello di un uomo alla ricerca di riconoscimento, tra ragione e istinto", preannuncia Marvin Kren, regista di "Freud".

Isteria e ipnosi

Tra isteria, sessioni sinistre e la sua prima dimostrazione del processo ipnotico di fronte alla Società dei Medici di Vienna, il giovane Freud (Robert Finster) conosce l’ispettore Kiss (Georg Friedrich). Il veterano di guerra gravemente traumatizzato si è arruolato nella polizia e insieme a Freud e alla famosa medium Fleur Salomé (Ella Rumpf) viene trascinato in un vortice di complotti, ipnosi e crimini. Inizialmente Freud considera Fleur una lestofante, ma a poco a poco questa diventa la sua confidente e per un certo tempo lo porta a dubitare della propria idea del mondo e a mettere in discussione anche l’imminente fidanzamento con Martha Bernays (Mercedes Müller). Nel frattempo, negli ambienti aristocratici di Vienna si trascorre il tempo tra feste sfrenate e sedute mistiche. Ci si incontra al Palais Szápáry, perché i nobili ungheresi si sono già da tempo fatti un nome negli ambienti raffinati della società viennese. Ma nessuno ancora sospetta quello che la contessa Sophia Szápáry (Anja Kling) e suo cugino conte Viktor Szápáry (Philipp Hochmair) stanno tramando.

Fatti reali e finzione 

La serie ORF/Netflix "Freud" in otto episodi mostra un Sigmund Freud irrequieto, impegnato più nella ricerca di assassini che nella ricerca volta a sondare la psiche umana. 

"La sua psicoanalisi e la sua teoria dell’Es, dell’Io e del Super-Io non sono nate dal niente, ma sono il frutto di esperienze reali, le esperienze di un genio lacerato, al quale niente dell’essere umano era ignoto", afferma il regista Marvin Kren.

Il pluripremiato regista viennese Marvin Kren si muove lucidamente tra fatti reali e finzione per creare un’immagine inedita della superstar Freud. Viuzze buie, canali abbandonati e anime smarrite - in un’intervista Kren definisce addirittura "Vienna Noir" il genere a cui appartiene la serie e con "Freud" rinfocola la fama di Vienna come capitale della morbosità. La serie è stata girata in 86 giorni a Vienna e a Praga. Il grande cast comprende complessivamente 90 ruoli.

Date delle puntate trasmesse su ORF 1

Tutti gli episodi di "Freud" saranno pubblicati come video-on-demand nella TVteca ORF  e saranno ogni volta disponibili online per sette giorni dopo la trasmissione in TV. 

Inizio della trasmissione Netflix

Dal 23/3/2020 la serie potrà essere vista in streaming in tutto il mondo. Per chi aspetta con impazienza l’inizio della serie "Freud" pubblichiamo qui il trailer ufficiale.

Teilen, bewerten und Feedback
Valuta l’articolo
Consiglia l’articolo a un amico

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
I dati e gli indirizzi e-mail indicati non saranno memorizzati o riutilizzati.

Da
a
Feedback alla redazione di vienna.info

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

Appellativo *