Tu sei qui:

Cool down!

Cercate refrigerio? Ecco i nostri migliori consigli su come trovare sollievo dalla calura estiva a Vienna.

1. Con un tuffo nelle acque del Danubio
Il miglior refrigerio, naturalmente, è quello offerto dall’acqua. A Vienna c’è solo l’imbarazzo della scelta. Che ne dite di un rapido tuffo nelle acque del Danubio? Arrivarvi è un attimo con le linee U1 e U6 della metropolitana. Vi immergete e riemergete belli freschi, pronti per proseguire il giro turistico della città.

Ein Mann und eine Frau springen aus einem Boot ins Wasser
© WienTourismus/Paul Bauer

2. Mangiando un gelato
Vienna vanta la maggiore densità di gelaterie in Europa. Tra le gelaterie viennesi la competizione è così forte da rendere la qualità del gelato particolarmente alta. Un gelato appaga il palato e rinfresca dall’interno. Trovate una panoramica delle migliori gelaterie sul nostro sito web.

A passeggio nel centro storico, coppia di innamorati che mangiano un gelato
© WienTourismus / Peter Rigaud

3. Al museo con l’aria condizionata
Quando il caldo è insopportabile, visitare un museo non è necessariamente la prima cosa che viene in mente di fare. Ma noi vi consigliamo ugualmente di andare in uno dei tanti musei. Oltre al fatto che i musei di Vienna hanno un’eccezionale offerta di mostre, sono anche dotati per la maggior parte di aria condizionata.

Belvedere superiore
© WienTourismus/Paul Bauer

4. In chiesa
Un giro turistico della città può comprendere anche dei luoghi con un clima fresco. Nelle chiese, ad esempio, in estate c’è sempre un bel fresco. Duomo di Santo Stefano, Chiesa Votiva, Chiesa di San Carlo, Chiesa di San Francesco d’Assisi (Chiesa del Messico): sono tutti edifici notevoli che meritano di essere visitati e le mura spesse assicurano un ambiente fresco all’interno.

Stephansdom, Innenansicht
© WienTourismus / Gregor Hofbauer

5. Nella cripta
Per trovare un filo di fresco in più, bisogna inoltrarsi sotto terra. Nelle catacombe del Duomo di Santo Stefano, per esempio. O nella Cripta dei Cappuccini (Cripta imperiale), dove sono sepolti i regnanti dell’ex impero asburgico, tra questi l’imperatrice Elisabetta. Vi consigliamo anche la cripta della Chiesa di San Michele; una temperatura di 12 gradi vi sembra abbastanza fresca?

Feretri nella sala, feretro con la corona e il globo crucigero
© Robert Vanis

6. Bevendo da una fontanella
Vienna è famosa per l’ottima qualità della sua acqua potabile. A Vienna l’acqua potabile che sgorga direttamente dal rubinetto proviene da sorgenti di montagna ed è ottima e rinfrescante. La stessa acqua si trova in molti luoghi pubblici della città. A Vienna ci sono più di 1.100 fontanelle, dove ognuno può dissetarsi gratuitamente.

Fontanello di acqua potabile nella piazza viennese Heldenplatz
© Novotny/MA 31

7. In una doccia di acqua nebulizzata
Nelle torride giornate estive offrono refrigerio anche le docce di acqua nebulizzata in molte piazze, parchi e strade della città. Per esempio, in Neubaugasse. Oppure nell’Esterházypark, considerato il primo “Cooling Park” di Vienna. In questo parco è stata predisposta un’area di circa 30 metri quadrati come “coolspot” con piante ombreggianti e getti di acqua nebulizzata. In Karlsplatz, nelle giornate di caldo estremo vengono posizionati anche dei tubi con doccino.

Ciclista che attraversa i getti d’acqua nebulizzati di fronte alla chiesa di San Carlo
© viennaslide / picturedesk.com

8. Bevendo uno spritz estivo
E infine, ma non in ordine di importanza, non sarebbe Vienna se non ci si potesse rinfrescare anche con il vino di Vienna. Preferibilmente in un Heuriger. Mentre nel classico Gspritzt il vino viene mescolato con soda in un rapporto di 1:1, lo spritz estivo contiene molta più acqua. Perciò ordinate tranquillamente uno spritz!

Mescita di vino in un Heuriger
© WienTourismus / Peter Rigaud


Valuta l’articolo
Valuta l’articolo