Balachine - The School of American Ballet - Symphony in C

Tu sei qui:

Balletto di Stato di Vienna

Le stagioni del Balletto di Stato di Vienna, che vanno da settembre a giugno, sono entusiasmanti ogni anno. Lo spettro spazia dai grandi balletti d'azione alla danza americana neoclassica e contemporanea. Ogni stagione porta sui palcoscenici un Who's Who dell’arte della danza: numerose prime e opere dal vasto repertorio riflettono un cosmo affascinante di forme, estetiche, metodi di lavoro e interpreti tra i più diversi.

Il direttore del balletto è lo svizzero Martin Schläpfer, egli stesso un valente coreografo. Le sue opere sono tanto intense quanto virtuose.

Scoprite subito il programma attuale del Balletto di Stato di Vienna!

Una compagnia - due palcoscenici

Due dei palcoscenici più belli e più grandi di Vienna sono le sedi abituali del Balletto di Stato di Vienna: l’Opera di Stato di Vienna - altrimenti riservata agli spettacoli d'opera - e la Volksoper di Vienna, che ospita anche le sezioni di opera, operetta e musical.

Wiener Staatsballett - Tabula rasa, Goldberg Variationen, 2023

400 anni di storia

All'inizio dello sviluppo del balletto a Vienna c'era un'imperatrice: Eleonore Gonzaga, moglie dell'imperatore Ferdinando II, si esibì per la prima volta in un balletto a Vienna nel 1622. Seguì la prima fioritura della nuova forma d'arte, che all'epoca era praticata esclusivamente dagli aristocratici. Questo "nobile" ensemble era guidato dal rispettivo imperatore in persona. Solo gradualmente sono stati ammessi ballerini professionisti. Il processo di formazione di una compagnia puramente professionale durò fino all'inizio del XVIII secolo.

Wiener Staatsballett: Promethean Fire
© Promethean Fire © Ashley Taylor

Leggende del balletto viennese

Tra i ballerini e le ballerine, i coreografi e le coreografe di origine internazionale che lavoravano a Vienna ci sono personaggi i cui nomi sono ormai leggendari:

  • dall'Italia: Santo e Domenico Ventura, Gasparo Angiolini, Gaetano Vestris, Salvatore Viganò, Jean Coralli, Filippo, Marie e Paolo Taglioni, Carlotta Grisi, Fanny Cerrito
  • dalla Francia: Jean Georges Noverre, Louis Duport, Jean Aumer, Jules Perrot
  • dalla Danimarca: August Bournonville, Lucile Grahn
  • dalla Germania: Heinrich Kröller
  • Tra gli austriaci che hanno fatto la storia del balletto: Franz Hilverding, Fanny Elßler, Josef Hassreiter, Grete Wiesenthal ed Erika Hanka.

Con Josef Hassreiter, il creatore del successo mondiale La Fata delle Bambole, iniziò nella seconda metà del XIX secolo la formazione di un ensemble nazionale. Da allora, gli artisti locali hanno dominato la scena del balletto a Vienna, anche se personalità singolari provenienti dall'estero si sono ripetutamente messe in luce a Vienna, tra cui il grande Rudolf Nureyev.

www.wiener-staatsballett.at

Opera di Stato di Vienna (Wiener Staatsoper)

Opernring 2
1010 Vienna
  • Accessibilità

    • Ingresso secondario
      • 2 Gradini (Porte a vento 87 cm largo)
    • Parcheggi Ingresso principale
      • Parcheggi per disabili presenti
        Operngasse, Opernring intersection
    • Con ascensore
      • Porta 80 cm largo
    • Ulteriori informazioni
      • Ammessi i cani guida per non vedenti
      • 22 Posti per sedia a rotelle (4 in the stalls/orchestra, 18 seats in the gallery as needed)
      • WC per disabili accessibili senza barriere architettoniche.
    • Offerte speciali per persone disabili

      Tours in ten languages, prior notification for wheelchair users necessary (Tel. +43 1 514 44–2606). Language display.

    • Note

      Prenotazione telefonica per i posti riservati a persone su sedia a rotelle e ai loro accompagnatori per gli spettacoli al numero tel. +43 1 514 44-2653 (lun-ven 9-16)

Volksoper di Vienna

Währinger Straße 78
1090 Vienna
  • Accessibilità

    • Con ascensore
      • Porta 80 cm largo
    • Ulteriori informazioni
      • Ammessi i cani guida per non vedenti
      • 2 Posti per sedia a rotelle (in stalls, 13 additional wheelchair seats possible, prior notification via phone required 10 days before performance)
      • WC per disabili accessibili senza barriere architettoniche.
    • Note

      Elevator not suitable for wheelchairs.

Valuta l’articolo
Valuta l’articolo

Non siete ancora sazi?