La Ringstrasse di Vienna

La Ringstrasse al tramonto, veduta del Parlamento

Tu sei qui:

Palazzo dell'Arcivescovo Guglielmo
© Rupert Steiner

I palazzi del Ring

Le zone edificabili lungo i nuovi viali del Ring in costruzione non potevano essere occupate solo da edifici pubblici. Per questo le famiglie più in vista della borghesia in ascesa (tra cui anche molte famiglie ebree) ottennero la possibilità di acquistare terreni edificabili e di realizzare i loro sontuosi palazzi lungo il viale più prestigioso di Vienna e di ostentare così la loro ricchezza. Questi palazzi divennero ben presto i centri della vita economica e sociale della città. Il più famoso è il palazzo Lieben-Auspitz, che oggi ospita il Café Landtmann: in questa sede Berta Zuckerkandl teneva il suo celebre salotto letterario. Nel palazzo Todesco, nei pressi dell'Opera, la baronessa Todesco teneva corte e riceveva regolarmente i notabili viennesi. Famoso è anche il palazzo Ephrussi, vicino alla Schottentor, che ha un "ruolo di primo piano" nel bestseller "Un'eredità di avorio e ambra".

Le famiglie aristocratiche spesso abitavano l'intero edificio con la loro servitù, mentre altri palazzi venivano in parte affittati. Anche due Asburgo presero dimora sul Ring: l'arciduca Ludwig Viktor, il fratello più giovane dell'imperatore Francesco Giuseppe, si fece costruire un palazzo in Schwarzenbergplatz. E l'arciduca Guglielmo affidò a Theophil von Hansen la costruzione di un sontuoso palazzo sul Parkring. Molti di questi palazzi oggi sono hotel di lusso.

I principali palazzi:

  • Palazzo Ephrussi (Universitätsring 4)
  • Palazzo Epstein (Dr. Karl Renner Ring 1; oggi appartiene al Parlamento; visite guidate sab. ore 11 e ore 14)
  • Palazzo Hansen (Schottenring 20-26; oggi Kempinski Hotel)
  • Palazzo Erzherzog Ludwig Viktor (Schubertring/Schwarzenbergplatz 1; oggi sede della casa da gioco "Kasino“ del Burgtheater)
  • Palazzo Württemberg (Kärntner Ring 16; oggi Hotel Imperial)
  • Palazzo Erzherzog Wilhelm (Parkring 8; oggi edificio OFID)
  • Palazzo Henckel von Donnersmarck (Parkring 14, Weihburggasse 32)
  • Palazzo Königswarter (Kärntner Ring 4; dal 1890 al 1940 al terzo piano del palazzo visse, in un appartamento di 500 m², l'attrice Katharina Schratt, amante dell'imperatore Francesco Giuseppe)
  • Palazzo Leitenberger (Parkring 16)
  • Palazzo Lieben-Auspitz (Oppolzergasse 6/Universitätsring 4; oggi Café Landtmann)
  • Palazzo Todesco (Kärntner Straße 51; oggi Gerstner K. u. K. Hofzuckerbäcker - Shop, Bar & Café-Restaurant)
  • Adels Casino, Palazzo Ölzelt, Palazzo Gutmann e Palazzo Borkenstein (Schubertring e Beethovenplatz; oggi Hotel Ritz-Carlton)
  • Palazzo Dumba (Parkring 4)

Palazzo Ephrussi

Universitätsring 14
1010 Vienna

Palais Epstein

Dr.-Karl-Renner-Ring 1
1010 Vienna

Palazzo Hansen

Schottenring 20-26
1010 Vienna

Kasino am Schwarzenbergplatz

Schwarzenbergplatz 1
1010 Vienna

Palazzo Württemberg

Kärntner Ring 16
1010 Vienna

Palais Erzherzog Wilhelm

Parkring 8
1010 Vienna

Palazzo Henckel von Donnersmarck

Parkring 14
1010 Vienna

Palazzo Königswarter

Kärntner Ring 4
1010 Vienna

Palazzo Leitenberger

Parkring 16
1010 Vienna

Caffè Landtmann

Universitätsring 4
1010 Vienna
  • Orari di apertura

    • Lun - Dom, 07:30 - 00:00
    • Musica per pianoforte sab., lun., mar. 20-23 (estate: solo lun. e mar.)

  • Accessibilità

    • Ingresso principale
      • senza gradini (Doppelschwingtüre 120 cm largo)
    • Ulteriori informazioni
      • Ammessi i cani guida per non vedenti
      • WC per disabili accessibili senza barriere architettoniche.

Palais Todesco

Kärntner Strasse 51
1010 Vienna

Adels Casino

Schubertring
1010 Vienna

Palazzo Dumba

Parkring 4
1010 Vienna