Tu sei qui:

Vivere Vienna come un viennese

1. Mangiare la cotoletta viennese

Sì, a noi viennesi piace molto la cotoletta viennese. Non si tratta di una diceria, né di un piatto che serviamo solo ai turisti. Per noi viennesi non c'è niente di meglio che andare a mangiare la cotoletta in trattoria. E la cosa bella di Vienna è che si può mangiare una buona cotoletta ovunque, in ogni Beisl e Gasthaus si trova la migliore qualità. Anche se si dice sempre che la vera cotoletta viennese è di vitello: certamente, ma se volete essere dei veri viennesi, provatene una con la carne di maiale.

2. Fermarsi da un chiosco dei Würstel per un Käsekrainer di notte

Soffermiamoci ancora sul cibo. Chi vuole davvero vivere la città come un vero viennese deve fare una sosta al chiosco dei Würstel alle 2 di notte per un Käsekrainer. Incontrerete sicuramente un paio di viennesi originali. Chi ha il coraggio può rivolgere loro la parola. Tuttavia, potreste imbattervi in un cosiddetto "Goschn". Siate pronti a questa evenienza. Ma il goschn è solo un modo di dire, non preoccupatevi.

3. Una passeggiata sulla Ringstraße

E già che siamo in giro di notte, potremmo anche fare una passeggiata sulla Ringstraße. Un'altra cosa tipica. I turisti pensano che noi viennesi non facciamo queste cose. E invece sì! Amiamo la Ringstraße. Di notte è così bella illuminata. Ma non ci limitiamo a osservare i maestosi edifici della Ringstraße, bensì anche i bolidi esagerati che si vedono in giro. Anche la passeggiata domenicale porta molte persone nella Ringstraße.

4. Rimanete calmi quando i lipizzani spuntano nel Burggarten

Chi vuole essere un vero viennese deve cercare di mantenere la calma quando vede improvvisamente spuntare dal nulla dei lipizzani nel Burggarten. Noi viennesi ci comportiamo come se fosse la cosa più normale del mondo. Cosa che, ovviamente, non è. Dentro di noi siamo emozionati come bambini, ma non lo diamo a vedere. Vorremmo fare le foto come i turisti, ma non abbiamo il coraggio...

5. Fare un giro sul Tagada nel Prater di Vienna

Un'altra presunta cosa da turisti che in realtà non lo è: A noi viennesi piace andare al Prater. Fate un giro nostalgico nella casa degli orrori o con il Wilde Maus. Quelli veramente forti cercano di andare senza mani sul Tagada. Non sapete cos'è un Tagada? Provatelo e diventerete dei veri viennesi. E dopo, fermatevi per uno stinco di maiale alla Schweizerhaus. È una tappa obbligata.

6. Andare a bere un bicchiere di vino sull'altra sponda del Danubio

I veri viennesi preferiscono bere il loro vino all'Heuriger di Stammersdorf. La regione vinicola sull'altra sponda del Danubio, ai piedi del Bisamberg, conserva ancora bellissimi e antichi vicoli con le cantine. A dispetto della semplicità delle case unifamiliari degli anni '60, accanto alle piccole osterie si trovano anche grandi produttori di vino. Arrivarci è quasi un giro del mondo, decisamente non adatto ai più impazienti. Ma in realtà, non è poi così male. La linea 31 del tram attraversa la città da Schottenring fino a Stammersdorf. E il viaggio è la destinazione, come dice il proverbio... Soprattutto quando un bicchiere di vino ci aspetta al traguardo.

7. Gustare un vino con vista sul Nussberg

E poi c'è il Nussberg. Da nessuna parte la vista di Vienna è più bella che da qui. Una passeggiata tra i vigneti del Nussberg fa battere il cuore dei viennesi, come si suol dire. La vista unica della città, il vino dalle migliori località delle Buschenschanken familiari come Wailand, Sirbu, Wieninger am Nussberg, Mayer am Nussberg. Una volta lì, non si vuole più andar via. Ma tutto finisce prima o poi, e dal Nussberg hanno ritrovato tutti la strada per tornare in città.

8. Relax al MQ

Sì, ovviamente il MuseumsQuartier è presente in ogni guida turistica. Ma anche i viennesi amano le ex scuderie della corte imperiale e si ritrovano qui in estate per spettegolare, stare insieme, bere birra e giocare a bocce. Il MuseumsQuartier è diventato il salotto a cielo aperto della città. Ci si accomoda sui famosi mobili del MQ, ogni anno di colore diverso, e si guarda nell'aria. Questo è il relax in stile viennese. E a volte i viennesi vanno persino in uno dei musei...

9. Rivolgersi ai viennesi con il loro titolo

Se volete far parte di Vienna, rivolgetevi alle persone con il loro titolo. Sappiamo che tutto il mondo ride di noi. Ma comunque: Quando il direttore di sala accoglie personalmente qualcuno con "Salve, signor Kommerzialrat", si tratta di una cosa tipicamente viennese. Che cos'è un Kommerzialrat? Non lo sappiamo veramente neanche noi. Chiedetelo a Google.

10. Saltare nudi nel Danubio

Quando è estate: Tuffatevi nudi nel Danubio. Essendo turisti, non è detto che abbiate con voi il costume da bagno durante una vacanza in città. A Vienna questo non è un problema, ci sono numerosi luoghi naturisti lungo il Danubio. E vedrete: per un motivo o per un altro, ai viennesi piace fare il bagno nudi. Probabilmente non per motivi estetici.

Infine, un avvertimento: Non provate mai a parlare viennese: verrete smascherati immediatamente. Non funziona nemmeno per chi si è trasferito qui 30 anni fa.

Valuta l’articolo

Non siete ancora sazi?