Tu sei qui:

Stephansplatz
© WienTourismus / Peter Rigaud

Architettura da Nobel

Il premio Pritzker, che si assegna dal 1979, rappresenta per l’architettura quello che il premio Nobel è per le scienze e il premio Pulitzer per il mondo del giornalismo. Istituito dai coniugi statunitensi Jay e Cindy Pritzker, l’elenco dei premiati comprende i nomi dei progettisti più importanti degli ultimi decenni in tutto il mondo. Anche il rivoluzionario edificio appartenente al passato più recente di Vienna è opera di un vincitore del Pritzker. Ci riferiamo alla Casa di Haas, sulla cui facciata di vetro si rispecchia niente meno che il simbolo di Vienna, il duomo di Santo Stefano, situato proprio di fronte.

Un viennese vincitore del Pritzker

L’edificio è stato progettato dall’austriaco Hans Hollein, scomparso nel 2014. Hollein vinse il premio Pritzker nel 1985. Come sovente avviene per le architetture visionarie, la Casa di Haas, inaugurata nel 1990, fu stigmatizzata per il suo linguaggio formale fuori dal comune in uno dei luoghi più in vista di Vienna. Si sosteneva che quell’architettura moderna con le grandi superfici vetrate proprio non era tollerabile nel cuore del centro storico. Oggi i viennesi sono i primi estimatori della Casa di Haas. Con questo edificio, Hollein ha aperto la strada a Vienna verso un nuovo evo architettonico. Il vincitore del Pritzker fu molto attivo dal punto di vista realizzativo nel centro di Vienna. Disegnò il tetto a forma d’ala davanti all’Albertina (2003), la Media Tower sul canale del Danubio (2001) e il negozio del gioielliere Schullin sul Kohlmarkt (1984).


Vienna, la città dei pilotis

Nell’elenco degli architetti insigniti con il premio Pritzkler, presenti con le loro architetture a Vienna, compare una new entry, il duo francese Anne Lacaton e Jean-Philippe Vassal, premiato nel 2021. A Vienna, Lacaton e Vassal hanno realizzato lo strepitoso design degli interni del Caffè Ristorante Corbaci nel Museumsquartier. Il locale, completato nel 2001, lascia a bocca aperta soprattutto per la decorazione del soffitto, realizzata nello stile della ceramica orientale. A Vienna ha operato anche il famoso architetto italiano Renzo Piano, vincitore del premio Pritzker nel 1998. I Parkapartments del Quartier Belvedere realizzati da Piano nel 2018 svettano verso il cielo su arditi pilotis, spiccando nello skyline della città, ben visibili da lontano. Si tratta di un complesso costituito da una serie di grattacieli, che oltre alla funzione residenziale comprende anche un hotel. All’esclusiva cerchia dei vincitori del Pritzker appartengono anche gli svizzeri Jacques Herzog e Pierre de Meuron, insigniti del premio nel 2001. Dieci anni prima, nel 1991, il duo elvetico ha partecipato alla realizzazione di un grande complesso residenziale di circa 200 immobili nella Pilotengasse (distretto 22), alla periferia orientale della città. Il dettaglio più notevole è che alcune case unifamiliari sono sorrette da pilotis proprio come i Parkapartements del Quartier Belvedere di Renzo Piano. Ma anche Zaha Hadid, vincitrice del premio Pritzker nel 2004, ha scelto di realizzare uno dei suoi progetti viennesi utilizzando pilotis in calcestruzzo per un’impronta estetica particolare.

L’archistar britannico-iraniana, scomparsa nel 2016, ha realizzato così nel 2006 un edificio sopraelevato sul viadotto della storica ferrovia locale di Otto Wagner lungo Spittelauer Lände nel 9° distretto di Vienna. Di proporzioni molto più gigantesche e non meno spettacolare del complesso sorretto da piloni, è il contributo di Hadid per la facoltà di Economia del polo universitario di Vienna. Un’area che dal 2013 costituisce una delle bandiere dell’architettura contemporanea di Vienna. Hadid ha disegnato l’edificio della biblioteca universitaria, la cui facciata aggettante forma il punto focale del polo universitario.

Nouvel dalla periferia al centro della città

Jean Nouvel, che è stato insignito con il Pritzker nel 2008, realizzò il suo primo progetto a Vienna sul finire degli anni ‘90. In quegli anni il francese realizzò un complesso residenziale con pianta a forma di E nella Leopoldauer Straße, nel 21° distretto di Vienna. All’inizio degli anni 2000 Nouvel ha fatto parte di quella schiera di architetti che nel distretto 11 hanno trasformato diversi gasometri storici in una nuova area di sviluppo urbano. Con risultati spettacolari: la veneranda architettura a mattoni dei gasometri, combinata con un linguaggio architettonico moderno, genera una dialettica sorprendente. L’ultimo colpo messo a segno da Nouvel risale al 2010 e si trova sulla riva del Canale del Danubio, in posizione molto in vista, nel centro di Vienna. Si tratta della Nouvel-Tower, nota anche con il nome di Design Tower, che comprende al suo interno un hotel, negozi e ristoranti. Al 18° piano si trova un ristorante panoramico realizzato dall’artista svizzera Pipilotti Rist. La copertura del ristorante è una delle architetture più spettacolari che Vienna ha da offrire nell’ambito dei ristoranti e dei locali. Un’orgia di colori che si può vedere bene a occhio nudo perfino dalla Schwedenplatz, situata di fronte al canale del Danubio.

Albertina

Albertinaplatz 1
1010 Vienna
  • Orari di apertura

    • Lun, 10:00 - 18:00
    • Mar, 10:00 - 18:00
    • Mer, 10:00 - 21:00
    • Gio, 10:00 - 18:00
    • Ven, 10:00 - 21:00
    • Sab, 10:00 - 18:00
    • Dom, 10:00 - 18:00
    • festivi, 10:00 - 18:00
  • Accessibilità

    • Ingresso principale
      • senza gradini (Doppelschwingtüre 190 cm largo)
    • Con ascensore
      • Porta 150 cm largo
    • Ulteriori informazioni
      • Ammessi i cani guida per non vedenti
      • WC per disabili accessibili senza barriere architettoniche.
    • Offerte speciali per persone disabili

      Wheelchair rental (prior arrangement necessary: Tel. +43 1 534 83–540). Guided tours in sign language available (prior arrangement necessary: Tel. +43 1 534 83–540). 
 Guided tours for blind people available as well as for people with slight to moderate dementia and their escorts (prior arrangement necessary: Tel. +43 1 534 83–540).
 Please inform Art Mediation department about wheelchair uses in advance. Reduced admission for persons with special needs

    • Note

      Access to all exhibition rooms, to the restaurant / café and to the Shop: no steps. All rooms are wheelchair-accessible.

      Wheelchair-accessible restrooms on levels 1 and -1, restroom on level 1: door width: 90cm, room dimensions: 180 x 110 cm.

Casa di Haas

Stephansplatz
1010 Vienna

Schullin

Kohlmarkt 7
1010 Vienna

Media Tower

Taborstraße 1-3/Obere Donaustraße 103
1020 Wien

Complesso residenziale sulla Spittelauer Lände Casa Zaha Hadid

Spittelauer Lände 10
1090 Vienna

Gasometro di Vienna

Guglgasse, Eyzinggasse, Döblerhofstraße
1110 Vienna

Complesso residenziale Leopoldauer Straße

Leopoldauer Straße 168
1210 Vienna

Quartiere residenziale Pilotengasse

Pilotengasse 30
1220 Vienna

Parkapartments am Belvedere

Arsenalstraße 12-16
1100 Vienna

Corbaci

MuseumsQuartier, Museumsplatz 1
1070 Vienna
  • Orari di apertura

    • Lun - Sab, 11:00 - 00:00
    • Dom, 11:00 - 23:00
    • festivi, 11:00 - 23:00
Valuta l’articolo
Valuta l’articolo

Feedback alla redazione di vienna.info

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

Appellativo *

Consiglia l’articolo a un amico

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

I dati e gli indirizzi e-mail indicati non saranno memorizzati o riutilizzati.

Da
A *

Oggetto: Suggerimento da parte di www.vienna.info